MAGAZINE
Bau, che profumo!

Bau, che profumo!

Che bello trascorrere le giornate in compagnia del proprio animale domestico! Che viva in appartamento o che abbia un ampio giardino in cui sfogarsi, è sempre il momento giusto per passare un po’ di tempo con Fido.
Solo lui, con i suoi grandi occhioni e il suo sguardo dolce, ci convince a mettere in pausa le faccende e dare il via a una sessione di coccole.
Solo lui, con la sua coda che si agita veloce, ci spinge a mollare tutto e a partire, guinzaglio alla mano, per una lunga passeggiata. Ma una volta rientrati, come glielo spieghiamo che – con quelle zampe infangate – in casa proprio non ci può entrare?
E come spiegargli che – con quel pelo tutto inzaccherato – sul divano proprio non ci può salire?
UNA SOLUZIONE C’È: DOBBIAMO LAVARE IL CANE!
E qui scattano le domande di rito: come lavare il cane? Ogni quanto lavare il cane?
Tranquilli, non serve ricorrere sempre al bagnetto: nella maggior parte dei casi è sufficiente insistere nei punti in cui si è concentrato maggiormente lo sporco e poi procedere con una bella spazzolata.
Anche perché la cute del cane è molto sensibile e le ghiandole sebacee che si trovano sulla sua superficie creano un equilibrato strato protettivo che protegge l’organismo del cane dagli agenti esterni. Un vero alleato per la salute del nostro amico a quattrozampe.
Lavaggi frequenti e prodotti troppo aggressivi, pertanto, possono spezzare questo equilibrio, seccare il derma ed esporre il cane ai patogeni.
IL CONSIGLIO
è di fare il bagnetto ogni due o tre mesi e comunque non più di una volta ogni trenta giorni.
Per far fronte agli (sporchi) imprevisti che possono capitare tra un lavaggio e l’altro, tenete sempre a casa dello shampoo a secco con cui potrete igienizzare e profumare il pelo del cane senza disturbare la cute.
Per pulire le zampe al rientro dalla passeggiata, invece, è sufficiente un panno umido con cui potrete insistere anche tra le dita e sotto le unghie.
E SE IL CANE...PUZZA?
Non sempre è una questione di sporco: per alcuni quattrozampe è proprio una questione fisiologica.
Come profumare il cane, quindi?
Il profumo per cani esiste e non ha nulla a che vedere con quello che teniamo nella nostra trousse (da non applicare m-a-i sul cane!): si tratta, perlopiù, di spray inodori a base di talco – come il deodorante per cani – che neutralizza le molecole che causano il cattivo odore. Sarà sufficiente vaporizzarne un po’ sul cane per sentirne subito l’effetto. Molto piacevole e popolare è il profumo per cani alla vaniglia.
In alternativa, una passata di borotalco o, meglio ancora, di talco per cani seguita da una bella spazzolata conferirà un immediato e delicato profumo al cane.

Prenditi cura del tuo animale domestico! Scopri il Pet Food Store di Iper La grande i, il negozio per animali dove trovi personale esperto e un'ampia selezione di alimenti, prodotti, giochi e accessori per il tuo pet. 

 

Bau, che profumo!

ALTRI ARTICOLI

Toelettatura cani

Fido si fa bello: shampoo, tosatura e soffiatore

Trendy Dog: la moda per cani

I pet si fanno glamour, dagli abiti al guinzaglio

Gabbie per pappagalli: guida all’acquisto

Dimensioni, materiali e accessori per la voliera dei pennuti