MAGAZINE
MELOGRANO, IL FRUTTO PORTAFORTUNA

MELOGRANO, IL FRUTTO PORTAFORTUNA

Le ricette delle feste, dall'antipasto al dolce
Un involucro rosso e robusto, che custodisce perle rubino.
Parliamo del melograno, il frutto autunnale che si conserva fino alle festività natalizie, quando adorna le tavole imbandite a festa. 

D'altra parte, secondo la tradizione, regalare un melograno a Natale e consumalo a Capodanno sarebbe di buon auspicio per il nuovo anno.
Se fosse così, meglio assicurarsene una buona dose per San Silvestro. Magari, camuffandolo sotto diverse forme, utilizzandolo per le più disparate portate del menù - quali che siano gli ospiti invitati a cena. 

Per aiutarvi a farlo - augurandoci che sia davvero un Buon anno nuovo - siamo a proporvi alcune ricette con melograno.
Non è festa senza... l'aperitivo. Per preparare il brindisi d'inizio cena a base di melograno, mescola 300 ml di vino prosecco, 110 ml di succo di melagrana, 50 ml di aperol e 40 ml di selz.
Sgrana un melograno e aggiungi qualche chicco al drink, con cubetti di ghiaccio.
Parlando di ricette con melograno, può forse mancare il risotto? Un piatto goloso e perfetto per le feste.
Prepara un soffritto con olio e porro, quindi aggiungi poco brodo vegetale. Fai intenerire i porri, poi frullali con il mixer, per ottenere un composto cremoso.
In una padella, scalda l'olio e fai tostare il riso. A fiamma alta, sfuma con del vino rosé e fai evaporare.
Abbassa la fiamma e unisci il composto di porri, mescola e inumidisci con il brodo. Versa il brodo e lascia assorbire ripetutamente.
Sgrana due melograni. Conserva qualche chicco e, con il passaverdure, spremi i semi rimanenti, per ottenere il succo.
Versa il succo di melograno nel risotto e mescola, fino a completa cottura.
Spegni il fuoco, manteca con il burro e servi con qualche chicco di melograno.
Nelle festività, il salmone affumicato è d'obbligo. Quest'anno, non può che essere aromatizzato al melograno.
Pela al vivo un'arancia e taglia a metà ogni spicchio. Affetta una barbabietola e sgrana un melograno. Spremi un'arancia e condisci il succo con sale, olio e pepe.
Impiatta l'affettato di barbabietola e il salmone affumicato a fette con le fette di arancia, e irrora con l'emulsione. 

Siamo ai formaggi. Durante le festività, il tagliere dei formaggi è luculliano e arricchito con miele, marmellate e... gelatina!
Idea semplice da realizzare, ma coreografica e natalizia è la gelatina di melograno, da accompagnare al mascarpone (grande classico del periodo), oppure al gorgonzola (sempre molto apprezzato, a tavola).
Sbuccia e sgrana cinque melograni, facendo attenzione ad eliminare per completamente la buccia bianca. Passa i chicchi con il passaverdure e filtra il succo.
In una pentola, versa il succo dei melograni e il succo di un limone; unisci mezzo kg di zucchero e la scorza grattugiata di un'arancia.
Accendi il fuoco e cuoci a fiamma bassa, mescolando fino a ottenere un composto denso.
Riponi la gelatina di melograno in contenitori chiusi ermeticamente, capovolgili e lasciali raffreddare a temperatura ambiente.
In questo modo, si creerà il sottovuoto, da verificare premendo al centro del coperchio (se, una volta raffreddato il composto non senti il click clack, il sottovuoto è avvenuto).
Ricorda che i contenitori devono essere sanificati come indicato nelle linee guida del Ministero della Salute.
Infine, i dessert. Panettone, pandoro e dolci della tradizione a parte, proponiamo una marmellata di melograno, versatile e golosissima.
Ti servono: mezzo chilo di zucchero, due chili e mezzo di melograno (per ottenere 1 litro di succo), 2 mele, 1 limone.
Taglia e sgrana i melograni. Passa i semi nel passaverdure, per ottenere il succo, e filtralo.
Sbuccia le mele e tagliale a cubetti. Grattugia la scorza del limone e spremilo.
In una pentola, riponi il succo di melograno e il succo di limone, le mele, lo zucchero e la scorza grattugiata.
Cuoci per un'ora a fiamma media, mescolando ogni tanto ed eliminando la schiuma.
Spegni il fuoco e frulla il composto con un mixer a immersione.
Rimetti sul fuoco e lascia cuocere per altri 40 minuti.
Come per la gelatina, sistema la tua marmellata di melograno nei vasetti sterilizzati, capovolgili e lascia raffreddare. Infine, verifica che i barattoli abbiano fatto il sottovuoto, facendo la prova del tappo.

MELOGRANO, IL FRUTTO PORTAFORTUNA

ALTRI ARTICOLI

Il Provolone Valpadana DOP: abbinamenti e ricette

Scopri di più

L’uovo, assoluto protagonista di Pasqua.

protagonista indiscusso delle nostre tavole per festeggiare la Pasqua.

Produzioni Made in Iper

scopri di più