MAGAZINE
LE BROMELIACEE, SI FANNO NOTARE

LE BROMELIACEE, SI FANNO NOTARE


Bellezza tropicale
Sembra che una delle cose peggiori che può capitarci sia quella di passare totalmente inosservati: nel mondo delle piante e fiori Le Bromeliacee sono l’esempio dell’eccesso opposto. Con fiori dai colori forti e vivaci, quasi non naturali e spesso a forma di spiga, le Bromeliacee non ti possono lasciare indifferente. Ti portano direttamente al cuore dell’America del Sud, dove queste bellissime piante erano utilizzate in molteplici modi dagli Aztechi, dai Maya e dagli Inca: come cibo, come medicinale e come decorazione per cerimonie sacre. Dalle zone tropicali e sub tropicali, dove il clima è decisamente differente, le Bromilacee sono state importate nei tempi di Cristoforo Colombo: l’Ananas è stata la prima specie che ha raggiunto il continente Europeo. 

Forza di natura
Nonostante siano fuori dal loro habitat naturale, le Bromelie sono piante molto forti e altamente autosufficienti. La grande famiglia delle Bromelie si potrebbe distinguere in specie terrestre e le specie, come le varietà delle Tillandsie, che vivono letteralmente all’aria. Prive di radici crescono sopra un’altra pianta, albero o addirittura sopra la roccia per farsi dare un sopporto, inoltre, pendono dai rami degli alberi in densi ciuffi, lunghi. Le specie terrestri come la Vriessea e la Guzmania, sono molto adatte alla vita nelle nostre case dove puliscono l’aria da inquinanti. Le Bromelie dalle foglie spesse preferiscono un ambiente più secco, al contrario delle sorelle dalle foglie più sottili che crescono bene in un ambiente umido. Le foglie disposte a rosetta verso l’alto formano una specie di nido in cui nella natura libera si raccoglie l’acqua della rugiada.

La bromelia in casa
L’annaffiatura delle bromeliee in terra potrà essere fatta circa una volta al mese, precisamente ogni 25/30 giorni. Hanno bisogno della luminosità, per esempio di davanzali o delle finestre dove la miglior esposizione al sole garantisce maggior calore. L’importante è evitare un contatto diretto con i raggi del sole, per non bruciare le foglie. Preferiscono un miscuglio di terriccio e sabbia. Le specie come le tillandsie invece stanno benissimo in ambienti umidi come il bagno, la sua poca necessità di luce permette di fare una sua bella scena anche in questi ambienti. L’ananas è conosciuto per essere commestibile ma esiste anche l’ananas ornamentale che può essere coltivato in vaso utilizzando contenitori di piccola e media grandezza. Come le altre Bromelie la pianta dell’ananas non ha radici molto profonde e le quali non necessitano di tanto spazio per svilupparsi.
Nicolle van Breda per Fiori in Primo Piano, Iper, La grande i

Nei nostri punti vendita:

LE BROMELIACEE, SI FANNO NOTARE

ALTRI ARTICOLI

L'eleganza irresistibile del ciclamino

Scopri di più

L’ARTE DEL BONSAI & FICUS GINGSENG

Scopri di più

Il mondo delle Cactacee e Succulente

Tra le piante capaci di proteggersi dal caldo... sono le prime!