MAGAZINE
Simmetria dei ruoli di mamma e papà

Simmetria dei ruoli di mamma e papà

Quando la famiglia si allarga e arrivano i bambini, gli impegni si moltiplicano e la giornata di 24 ore sembra sempre non bastare mai.

Ci sono il lavoro di mamma e papà, la spesa, la gestione della casa, gli impegni extra scolastici, gli orari degli asili e potremmo continuare per ore, in una lista infinita che ognuno di noi sarebbe in grado di riempire di voci.

Per sopravvivere all’agenda – fittissima di impegni – dei propri pargoli e gestire in maniera efficace la giornata bisogna dividersi i compiti e creare un team efficace in cui mamma e papà contribuiscano equamente alla gestione familiare.

Se un tempo molte mamme non lavoravano e si facevano carico di tutto ciò che aveva a che fare con la casa e i bambini, oggi la maggioranza delle donne ha orari vincolati alla professione, esattamente come il proprio compagno.
Ecco allora qualche suggerimento per sopravvivere agli impegni dei nostri figli e alla gestione della casa.
GESTIONE DELL'ACCOMPAGNAMENTO E RITIRO ALL'ASILO
Pianifichiamo efficacemente chi porta e prende i bambini in modo che non diventi una gara ad ostacoli solo per uno. Se gli orari di mamma e papà sono simili, possiamo decidere di alternarci, in modo che il peso venga equamente distribuito.
TEMPO LIBERO
Il tempo libero da passare con i propri figli durante la settimana è un bene preziosissimo ma che a volte sottrae spazio ad eventuali impegni di lavoro: pianifichiamo la settimana in modo che una giusta alternanza non penalizzi nessuno, né in un senso né nell’altro. Se occorre che la mamma vada a un appuntamento di lavoro importante, sarà papà ad organizzarsi per stare con Paolino e viceversa, in modo che entrambi possano trascorrere ore di gioco con i piccoli.
GESTIONE DELLA CASA
Fare le pulizie, cucinare, sistemare i letti: sono tutte attività che non fanno impazzire nessuno. Evitiamo di credere che alla nostra partner faccia piacere occuparsene, potrebbe essere una scusa che si è inventata la nostra pigrizia per non farci sentire in colpa.
Con una divisione razionale dei compiti e un buon 50% e 50% di impegno, ci accorgeremo che alcune noiosissime pratiche possono essere sbrigate molto in fretta, lasciandoci più tempo per stare con i bambini.

Alcune incombenze possono poi essere ridotte o eliminate: ha proprio senso, per esempio, passare la polvere tutti i giorni o stirare anche i calzini?
LE FESTE DEGLI AMICHETTI
Non è ancora un problema dei genitori di “under 3”, ma è meglio organizzarsi per tempo, perché dalla materna le occasioni sociali dei nostri figli aumenteranno a dismisura. Dividiamoci l’accompagnamento alle feste di compleanno: facciamo in modo che non diventino solo riunioni di mamme ma diamoci il cambio per sopravvivere a torte, candeline e inseguimenti tra “quattrenni”!
IL 50% E 50% FA BENE ANCHE AI BAMBINI
Quelli che beneficeranno di più della divisione dei compiti saranno proprio i bambini che impareranno cosa significa collaborare per un buon progetto comune e guarderanno alla loro mamma e al loro papà in modo non stereotipato, sapendo di poter contare sempre su entrambi.
EQUALLY SHARED PARENTING
Una coppia di genitori americani ha fatto del sistema organizzativo 50% e 50% un vero e proprio must, tanto da averlo trasformato in un libro di consigli utili: Equally Shared Parenting e in un blog http://equallysharedparenting.com/ che raccoglie anche testimonianze reali.
Per chi conosce l’inglese, un’ottima fonte di ispirazione!

Simmetria dei ruoli di mamma e papà

ALTRI ARTICOLI

Produzioni Made in Iper

scopri di più

Zainetto asilo: divertente e pratico

Colore e praticità fin dai primi passi

Passeggino ultraleggero: reclinabile, pieghevole, trio purchè leggero

Come scegliere il passeggino più adatto per comode passeggiate o per i viaggi