MAGAZINE
La febbre

La febbre

La febbre spesso desta nei genitori preoccupazione ed è uno dei principali motivi per cui i figli vengono condotti dal pediatra.
MA CHE COS'È LA FEBBRE?
Parliamo di febbre quando la temperatura ascellare è pari o superiore a 38°C (o rettale pari o superiore a 38,5°C), febbricola per temperatura superiore ai 37°C ed inferiore a 38°C.
È utile sapere che la nostra temperatura corporea ascellare oscilla generalmente tra i 36,5°C e i 37,2°C, e subisce delle variazioni durante l'arco della giornata.
La temperatura interna o rettale è più alta di 0,5 °C rispetto a quella ascellare.
MA COME FACCIO A SAPERE SE IL MIO BAMBINO HA LA FEBBRE?
Non è sufficiente toccare il bambino e sentirlo caldo per stabilire che è febbrile. Infatti spesso è sufficiente che il bambino sia stato eccessivamente coperto o che abbia soggiornato in ambienti molto caldi per far sì che al tatto risulti essere più caldo, ma questo non vuol dire che abbia la febbre.

Esistono differenti termometri per misurare la temperatura corporea:
• I vecchi termometri con il bulbo a mercurio per la rilevazione della temperatura sia ascellare che rettale. Sicuramente molto precisi e facili da utilizzare, ma, secondo le normative vigenti, dovrebbero essere ritirati dal commercio;
Elettronici per la misurazione sia ascellare che rettale, sono molto facili da usare, meno precisi rispetto a quelli a mercurio;
Elettronici per la rilevazione della temperatua auricolare;
• A infrarossi per la rilevazione della temperatura auricolare;
Elettronici per la misurazione della temperatura che vengono poggiati alla cute della fronte.

Sotto i due anni di vita del bambino è preferibile utilizzare dei termometri digitali a punta flessibile per la rilevazione della temperatura rettale. Sono molto facili da utilizzare ed è sufficiente un minuto per rilevare la temperatura.
Per i bimbi di età superiore si possono utilizzare dei termometri ascellari digitali oppure degli apparecchi ad infrarossi timpanici (termometro auricolare).
MA COSA FACCIO NEL CASO IN CUI IL MIO BAMBINO ABBIA LA FEBBRE?
Innanzitutto è utile ricordare che quando un bambino ha la febbre non va coperto, anzi va spogliato per favorire la dispersione del calore. È sufficiente che il lattantino rimanga con il body e il pannolino e il bimbo più grandicello in mutande.
La febbre porta ad un cospicuo aumento della perspiratio insensibilis a cui consegue una maggiore perdita dei liquidi corporei. Quindi è utile offrire al piccolo molti liquidi freschi e zuccherati a piccoli sorsi (evitando i succhi di frutta, le bevande confezionate e gasate) da bere durante la giornata.

È importante utilizzare un antipiretico per far scendere la temperatura corporea.
Su indicazione medica è possibile utilizzare del paracetamolo, disponibile in differenti dosaggi a seconda del peso corporeo del bambino, che è possibile somministrare per via rettale o orale. Il paracetamolo è un farmaco epatotossico quindi è importante ricordare di rispettare gli intervalli di somministrazione ed i dosaggi.
Dai sei mesi di vita è possibile utilizzare anche l'ibuprofene disponibile sotto forma di sciroppo e somministrabile quindi per via orale.

Nei bambini non va somministrata aspirina.
Per aiutare la dispersione di calore è possibile applicare degli impacchi freddi sulla fronte o a livello dell'inguine.
È importante ricordare che un piccolo di età inferiore ai tre mesi in caso di febbre o febbricola è sempre impellente una valutazione pediatrica.

La febbre

ALTRI ARTICOLI

Panettone Iper

Scopri di più

Oh my darling… clementina!

Scopri di più!

I ristoranti di Iper

Scopri di più!