MAGAZINE
Parquet: un gioiello sotto i nostri piedi

Parquet: un gioiello sotto i nostri piedi

Che bello tornare a casa, togliersi scarpe e cappotto e sentire il legno naturale sotto ai piedi. È una sensazione unica, un momento privilegiato in cui ritroviamo il contatto con la natura dopo una giornata trascorsa in una giungla d’asfalto.
Il parquet ci accoglie infondendo una calda sensazione di comfort che risale lungo tutto il nostro corpo. Merito della sua peculiare temperatura – mai fredda – e della sua intrinseca delicatezza.
Ma quando arriva il momento di svolgere le faccende domestiche, la musica cambia: come pulire il parquet? Come lavarlo e lucidarlo? Ed ecco che la paura di danneggiare il pavimento spazza via tutto il benessere che avevamo cercato quando abbiamo scelto il parquet.
In realtà, con le dovute attenzione e i giusti accorgimenti, la manutenzione e la pulizia del parquet non vi dovranno più spaventare. Con la tecnica e i prodotti giusti, non solo avrete un pavimento bello ma anche sano, vivo e resistente, pronto ad accompagnare tutti i passi di una vita intera.
DA DOVE SI COMINCIA?
Dalla pulizia del parquet, ovviamente. Con una scopa a setole morbide o con salviette elettrostatiche (le classiche cattura-polvere) oppure con una aspirapolvere con spazzola specifica, raccoglierete tutto ciò che si è depositato sulla superficie. È un passaggio fondamentale e delicato perché strumenti non adatti o eventuali residui non raccolti possono rigare il legno.

Fatto? Bene, è il momento di lavare il parquet.
Scope a vapore e robot lavapavimenti è meglio che rimangano stipati nel ripostiglio: il vapore ad alta temperatura o l’acqua in quantità eccessiva, infatti, possono penetrare nella fibra del legno e danneggiarlo, arrivando addirittura a deformarlo.
Meglio affidarsi ai rimedi della nonna e ricorrere a un semplice panno umido (ma non sgocciolante) da passare su tutta la superficie del pavimento con uno spazzolone. Il tradizionale mocio può essere una valida alternativa ma assicuratevi che sia sempre ben strizzato e che non si depositi dell’acqua attorno al secchio. Nella scelta del detergente da mischiare all’acqua (tiepida), affidatevi a prodotti per parquet specifici purché non contengano sostanze chimiche che possano agire aggressivamente sulla superficie del legno e che potrebbero addirittura a scolorirla. In alternativa, andrà benissimo anche del sapone neutro: andrete sul sicuro!
UN GIOIELLO, SI SA, DEVE RISPLENDERE
Per questo, dopo un’accurata pulizia e un profondo lavaggio, si può lucidare il parquet.
Prima di procedere, però, è bene conoscere il proprio pavimento.
Se si tratta di un parquet realizzato con legno antico che, prima della posa, non è stato sottoposto a moderni trattamenti a vernice, due o tre volte l’anno è necessario usare una cera per parquet che lo isoli e lo protegga. Ogni due anni è consigliabile effettuare il procedimento inverso e sottoporre il legno a una “decerazione”: rimuovendo la cera, si evita che gli strati si accumulino negli anni e si fa sì che la superficie rimanga liscia e omogenea.
Discorso diverso per i parquet “moderni” e lavorati industrialmente: se è il vostro caso, affidatevi a un olio per parquet. In commercio troverete oli naturali capaci di nutrire il legno in profondità mantenendolo giovane e sano oltre che a proteggerlo.

Parquet: un gioiello sotto i nostri piedi

ALTRI ARTICOLI

Produzioni Made in Iper

scopri di più

GUARDA COME DONDOLO…CON GLI AMICI!

Da balcone o da giardino, da interno da interno: mai più senza dondolo!

Riciclo creativo: Addobbi natalizi con nappina

Avresti mai detto che oltre a trovare Iper offerte con il catalogo puoi anche divertirti e fare del bene all'ambiente?